Temporaneo @M9

Un nuovo spazio per giovani artisti al distretto di M9 – Museo del ‘900, nel cuore di Mestre. Si chiama Temporaneo ed è un’iniziativa congiunta di Marina Bastianello Gallery, che ha da poco festeggiato il secondo anno di apertura della sede proprio all’interno del distretto, e M9. L’area dedicata all’iniziativa è l’ampio spazio con vetrina che affianca il 9bistrot e si affaccia sulla corte che dà accesso a M9-Children.

I due artisti che inizieranno a lavorare a Temporaneo da mercoledì 16 dicembre 2020 sono Francesco Piva (Venezia, 1991) ed Eva Chiara Trevisan (Treviso, 1991), già tra i vincitori del bando per le residenze di In-Edita, il progetto ideato da Marina Bastianello e realizzato da Venice Galleries View che ha animato Forte Marghera per tutta l’estate.

Temporaneo sarà in primis un luogo di creazione e lavoro che, nello spirito di massima apertura e condivisione che ha sempre caratterizzato lo stile di Marina Bastianello Gallery, sarà comunque sempre aperto a chiunque vorrà entrare per conoscere gli artisti ospitati e il loro lavoro.

Marina Bastianello “Temporaneo è uno spazio di lavoro nel cuore di Mestre all’interno del distretto del Museo M9. Gli artisti che ci lavorano fanno della consapevolezza della transitorietà nel nostro tempo il nome del proprio studio. Lavorano nel contemporaneo, nel Temporaneo, nell’arte e con l’arte“.

Michele Bugliesi, Presidente Fondazione di Venezia Abbiamo aderito con grande piacere alla proposta di Marina Bastianello di utilizzare gli spazi del Distretto per dare ospitalità alla creatività di giovani artisti. È un’iniziativa pienamente coerente con il progetto complessivo di M9, quale centro di attrazione degli interpreti dell’innovazione e della creatività e luogo di incontro e dialogo aperto alla città”. 

Luca Molinari, Direttore scientifico di M9 – Museo del ’900 “Sono felice di questa collaborazione con la Marina Bastianello Gallery. Nei prossimi mesi intendiamo intensificare le azioni per e con le realtà più attive del territorio e le sue comunità. L’esperienza “Temporaneo” va proprio in questa direzione: dedicare uno spazio del Museo alle proposte di giovani sperimentatori, per sostenerne le attività e la ricerca. L’uso inedito di spazi del distretto ad oggi poco valorizzati continuerà nel 2021. La programmazione culturale e le scelte curatoriali che stiamo portando avanti intendono sfruttare tutte le potenzialità offerte dalle architetture di M9”.

Did you like this? Share it!

ajax-loader